La cultura del primo soccorso parte dalle scuole

I sogni spesso restano nel cassetto… Spesso non si ha semplicemente il coraggio di tirar fuori le proprie idee per cercare di cambiare il futuro… Con il progetto #scuolesicure invece il futuro noi lo vogliamo cambiare. Vogliamo rendere un’intera generazione di ragazzi consapevole che con le proprie azioni, con le proprie mani, può salvare la vita di un’altra persona. Vogliamo che i nostri ragazzi imparino che di fronte a qualcuno che ha bisogno di aiuto non si devono girare dall’altra parte, ma che devono intervenire, perchè gli è stato insegnato come fare.
E vogliamo anche che i cittadini del futuro sappiano che il defibrillatore è uno strumento salva-vita semplice da usare che fa parte della loro quotidianità, come lo smartphone che hanno in tasca o come l’estintore che vedono ovunque.

scuolesicure-18E’ con queste premesse che abbiamo ideato il progetto #scuolesicure, il primo progetto in Italia volto a diffondere in modo strutturato ed organizzato la diffusione della conoscenza delle manovre di Rianimazione Cardio-Polmonare in tutte le Scuole Superiori di un’intera Provincia, unitamente all’installazione di Defibrillatori in ogni sede ed in ogni succursale degli Istituti stessi.
E’ qualcosa che nessuno ha mai fatto, ed essere i primi ad averlo pensato e realizzato ci riempie di orgoglio. #scuolesicure vuole essere un progetto pilota, un modello da esportare in tutto il paese, ed è per questo che abbiamo ricevuto, quale segno di rappresentanza, la Medaglia del Presidente della Repubblica, prestigioso riconoscimento che si affianca ai patrocini del Ministero della Salute, Regione Lombardia, Provincia di Pavia, AREU, CONACUORE ed IRC-Comunità.

Certo, non siamo i primi nel mondo ad averlo fatto. In tanti stati l’insegnamento di queste manovre nella scuola dell’obbligo è previsto dalla legge, in Danimarca hanno dimostrato che così facendo si triplica la sopravvivenza da arresto cardiaco. Finora però in Italia le iniziative di questo tipo sono sempre state a macchia di leopardo, senza dubbio utili, ma senza un coinvolgimento su scala almeno provinciale. E’ questa la nuova sfida che noi vogliamo lanciare.

E’ stato emozionante presentare oggi il progetto all’interno della splendida cornice della Sala Bianca dell’Almo Collegio Borromeo di Pavia, è stato emozionante vedere Sindaci, Assessori, Dirigenti Scolastici, Professori e Giornalisti affascinati ed interessati dal nostro progetto. Un progetto del valore complessivo di 67mila euro, finanziati grazie agli aiuti di Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Unicredit e Regione Lombardia.

Come detto ora la sfida è stata lanciata, e nel prossimo anno la porteremo a termine!

Se vuoi scaricare la cartella stampa dell’evento: clicca qui