News

Pavia nel Cuore è stata fondata il 13 marzo del 2013 da un gruppo di amici desiderosi di fare qualcosa per ridurre il numero di morti per arresto cardiaco.

Leggi Tutto

selfie scuolesicureL’attività di Pavia nel Cuore è da sempre rivolta a tutti i cittadini al fine di raggiungere sempre più persone senza vincoli economici. I nostri corsi sono davvero per tutti, anche per chi non se lo può permettere, perché saper salvare la vita di una persona deve poter essere patrimonio di tutti noi. Tutto ciò non sarebbe possibile senza il costante contributo dei nostri volontari, che con passione dedicano una delle risorse più preziose, il proprio tempo, al servizio del prossimo.

Tutto ciò non sarebbe possibile senza i Volontari

Oggi stiamo cercando nuovi volontari che arricchiscano il nostro già folto gruppo. Rispetto a qualche anno fa l’interesse verso queste competenze è fortunatamente esploso, ma è solo con il contributo di tutti che riusciremo a portare a termine progetti in grado di cambiare lo status quo.

Anche un bambino può salvare una vitaParliamo di progetti che coprano intere generazioni come #ScuoleSicure, di progetti di diffusione dei DAE sul territorio, di rendere più sicuri gli impianti sportivi, gli asili e i luoghi di grande affluenza.

Le opportunità sono tante, ma abbiamo bisogno di Voi.

In questi anni ci siamo allargati su tutta la Provincia con l’apertura di un piccolo distaccamento in OltrePò e assieme agli amici di Robbio la copertura si sta facendo sempre più completa. 

Entra a far parte della nostra squadra e non te ne pentirai. Sorriderai quando il più scettico dei tuoi allievi ti confesserà che non avrebbe mai pensato che fosse un corso così utile, ti emozionerai fino alle lacrime quando scriveranno per ringraziarti… perché grazie a te un loro caro continuerà a vivere.

Scrivici, e con un breve corso potrai fare anche tu la differenza! Scrivi oggi, non rimandare a domani! info@pavianelcuore.it

Con #ScuoleSicure abbiamo anche installato un DAE in ogni scuola superiore

Con #ScuoleSicure abbiamo anche installato un DAE in ogni scuola superiore

Le lezioni stanno ormai finendo e nonostante gli anni del liceo siano lontani, quest’anno scolastico lo abbiamo vissuto appieno. Con #ScuoleSicure abbiamo visitato tutte le scuole superiori della nostra provincia conoscendo tanti ragazzi che, nonostante i soliti cliché sui giovani d’oggi, sanno ancora emozionarsi e riempirsi di orgoglio quando capiscono che anche loro possono essere quelli in grado di salvare qualcuno, che non è solo roba da film.

Vero, per noi è stato un anno impegnativo perché i corsi nelle scuole, tanto gli studenti quanto gli insegnanti, si tengono praticamente sempre in orari lavorativi e questo vuol dire fare i salti mortali per incastrare i corsi tra i turni, sperando di non trovar traffico al rientro, affidarsi a litri di caffè sullo smonto notte e sacrificare giorni di ferie per qualcosa che crediamo utile.

Con questo progetto abbiamo voluto raggiungere un’intera generazione di giovani pavesi, sperando di delineare quello spartiacque tra una generazione che considera eccezionale e una che considera ormai normale il concetto che ognuno di noi possa salvare una vita. Ora questa fase volge al termine ed il nostro coinvolgimento cambia: non sarà possibile continuare a tenere dei veri e propri Mass Training in ogni scuola, più volte al mese, ma sarà necessario il coinvolgimento diretto dei docenti che potranno veicolare loro stessi, in classe, queste semplici e vitali informazioni. Abbiamo delineato un bel progetto in merito, ma ve ne parleremo in un prossimo post.

Oggi vogliamo però raccontarvi come abbiamo festeggiato la fine di questo anno scolastico.

Corrivava ScuolaMercoledì 25 maggio, grazie al coinvolgimento da parte della Prof. Callegari dell’Ufficio Scolastico Provinciale, abbiamo avuto il piacere di partecipare alla “CorriPavia Scuola” scoprendo che sono ben 22 anni che questo bellissimo evento si ripete e che è da qui che ha preso spunto la più nota CorriPavia autunnale.

In questa occasione, la nostra proposta è stata quella di una serie di piccoli “Mass Training” in Piazza della Vittoria dove, a ritmo di musica, le squadre delle diverse scuole partecipanti hanno provato a praticare un massaggio cardiaco. Molti erano studenti delle medie, più piccoli rispetto al nostro target abituale, ma non per questo con meno entusiasmo.

Anche un bambino può salvare una vitaE grazie al contributo di EMD118 abbiamo potuto realizzare la maglietta ufficiale della corsa, così per le vie della città hanno corso ben 350 ragazzi vestiti di rosso portando a tutti un messaggio: chiunque, anche un bambino, può salvare una vita.

Tutte le foto sono state gentilmente realizzate da CameraOFF.

Approfittiamo di questa occasione per ringraziare tutti gli sponsor che hanno reso possibile #ScuoleSicure e questa bellissima giornata in piazza: Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Unicredit, Provincia di Pavia, EMD118, Sofrapa Healthcare.

 

Infografica Risultati 2015 Pavia nel Cuore

L’inizio del nuovo anno è, un po’ per tutti, una buona occasione per tirare le somme di quanto fatto finora, per mettere un punto fermo da cui ripartire con l’obiettivo di fare di più e di fare meglio.

Leggi Tutto

Stava facendo una domanda al relatore durante una conferenza, quando si è improvvisamente accasciato a terra, colpito da un Arresto Cardiaco.

E’ successo la sera di Giovedì 26 Novembre, presso il Collegio Ghislieri di Pavia. A salvarlo sono stati tre studenti del Collegio, Lara, Paride e Ludovico, che avevano imparato le manovre salva-vita grazie ai corsi gratuiti organizzati dall’Associazione Pavia nel Cuore.

Leggi Tutto

È iniziato settembre e anche noi riprendiamo le consuete attività con tante belle soddisfazioni.

Frecce_TricoloriIl mese è giocosamente iniziato con una gita fuori porta in Friuli dove Gianni e Guido, due nostri instancabili volontari, si sono recati per partecipare al 55° anniversario della fondazione delle Frecce Tricolori. Con la passione che li contraddistingue han deciso di portarsi dietro

Leggi Tutto

I sogni spesso restano nel cassetto… Spesso non si ha semplicemente il coraggio di tirar fuori le proprie idee per cercare di cambiare il futuro… Con il progetto #scuolesicure invece il futuro noi lo vogliamo cambiare. Vogliamo rendere un’intera generazione di ragazzi consapevole che con le proprie azioni, con le proprie mani, può salvare la vita di un’altra persona.

Leggi Tutto

Eccoci qui a passare con voi un altro capodanno, guardando a quanto fatto finora e a quanto ancora possiamo fare nell’anno che sta per iniziare.

Nel 2014 siamo riusciti a raggiungere e superare l’ambizioso traguardo delle 1000 persone formate a salvare vite, sia con corsi BLSD che di manovre di disostruzione pediatrica… lungi dall’essere “sufficiente”, ma stiamo cominciando a raggiungere quella “massa critica” di persone che, in caso di necessità, sapranno come intervenire.

Leggi Tutto

Rieccoci… Come preannunciato, ieri é stata una giornata da spettatori. Il livello del Congresso è davvero alto, e, per quanto riguarda il tema della morte improvvisa e della rianimazione cardio-polmonare si punta molto l’accento sulla necessità di un approccio integrato tra il soccorso sul territorio (prima da parte del laico e poi dai soccorritori) e ciò che avviene in ospedale (rivascolarizzazione con angioplastica, ipotermia terapeutica, etc.).

Tutti sono concordi però nel dire che l’unica cosa che realmente fa la differenza nella sopravvivenza dopo Arresto Cardiaco è la presenza o meno di qualcuno che inizia subito la rianimazione cardio-polmonare. I paesi nordici hanno percentuali molto alte di massaggio cardiaco iniziato precocemente dagli astanti, e sono sicuramente un modello da imitare.

Qual’è il segreto? Formazione BLS a partire dalle Scuole, tema molto caro a noi di Pavia nel Cuore, e che è stato ripreso nella giornata di oggi anche dal Professor Corrado di Padova, che ha puntato l’accento sul fatto che purtroppo in Italia la diffusione dei DAE è del tutto insufficiente e che, soprattutto, bisogna creare una cultura a partire dalle Scuole.

È stato questo il tema del poster molto apprezzato presentato dalla nostra associazione gemella Robbio nel Cuore, protagonista insieme a noi nella sessione del pomeriggio: insegnare ai bambini delle scuole è molto utile, si ricordano persino meglio degli adulti.
Noi invece abbiamo presentato uno studio riguardante l’uso del feedback tramite il nostro manichini collegato al PC durante i corsi BLSD: chi lo usa, indipendentemente dal tempo per quanto lo usa, massaggia meglio alla fine del corso! Ottimo risultato che conferma la bontà dei nostri corsi!
Incassati i complimenti del moderatore, ci possiamo rilassare, in attesa degli ultimi due giorni di un congresso davvero entusiasmante!

IMG_0028.JPG

E dopo ERC ed ANMCO, eccoci anche al Congresso dell’European Society of Cardiology, un evento che ha richiamato qui a Barcelona ben 30000 (non abbiamo sbagliato il numero di zeri) Cardiologi da ogni parte del mondo (abbiamo visto persone provenienti dalla Colombia all’Australia, passando per Bahrein e Sud Africa).
La massa di persone era tale che stamattina solo per comprare il biglietto per la metro abbiamo impiegato ben 15 minuti, seguiti da una buona mezz’oretta di coda per riuscire a ritirare il materiale congressuale.

La location, Gran Fira Barcelona, sembra una città, capace di ospitare più di 20 aule in contemporanea! Ed il Congresso ė davvero immenso, i nomi importanti e si approfondisce ogni ambito della cardiologia, compresa ovviamente la morte improvvisa e la rianimazione cardio-polmonare.

Primo giorno col botto, si diceva, ed infatti alle 11 è il nostro turno: presentazione orale nella sessione “Cardiopulmonary Resusciation: new insights”. Abbiamo l’occasione, davvero unica, di presentare i nostri risultati sulla qualità della CPR dopo i nostri corsi di mass training, confrontata con quella dopo i corsi BLSD.
Il tema è molto apprezzato, così come la nostra idea e il nostro studio, e infatti a fine presentazione sono tante le domande a cui siamo chiamati a rispondere, poste da Cardiologi da tutto il mondo. Sicuramente una grande soddisfazione essere riusciti a portare in una sede prestigiosa come il Congresso ESC la nostra esperienza e la nostra associazione, che si conferma sempre di più al TOP in questo ambito!

Domani saremo solo uditori, mentre lunedì abbiamo altri due lavori da esporre, questa volta solo come poster, ma non per questo saremo meno orgogliosi di presentarli!

IMG_0026.JPG

  • 1
  • 2

Fai la differenza. Metti nelle mani di tutti la capacità di salvare una vita.